Acquamarina

LA STORIA


L’acquamarina é la varietà da blu a  blu-verde del berillo prezioso. Il gruppo di minerali a cui appartiene il berillo é famoso soprattutto per lo smeraldo verde, ricco di cromo, una delle “quattro pietre preziose” esistenti al mondo (le altre tre sono il diamante, lo zaffiro e il rubino). L’acquamarina é una delle pietre ufficiali portafortuna per chi é nato in marzo. Ha una durezza eccezzionale e una notevole lucentezza, molto simile al vetro. E’ famosa soprattutto per il suo splendido colore blu marino che può andare dall’azzurro chiaro al blu scuro. Il nome “acquamarina” deriva da un antico termine latino che significa “acqua di mare”.
Nei tempi antichi l’acquamarina era considerata la pietra dei mistici, dei veggenti e dei visionari: per questo motivo i suoi effetti coinvolgono le funzioni inerenti alla ‘comunicazione’. Talismano degli innamorati, dono ideale nel giorno delle nozze, assicura felicità nel matrimonio. In un antico testo del tredicesimo secolo, si legge che l’acquamarina porta felicità e buona sorte, allontana la discordia, ha virtù portentose per i bambini: tanto che nel Medioevo portavano al collo piccoli frammenti di questa pietra trasparente come l’acqua. Secondo un’antica leggenda, l’Acquamarina proviene dallo scrigno di gioielli gettati a riva dalle sirene, per questo è considerata il portafortuna dei marinai.

L’acquamarina stimola la vista e riduce la ritenzione dei liquidi, difende il fisico dal bombardamento di energia negativa. E’ indicata nei disturbi che riguardano il sistema immunitario, nella cura delle allergie, in particolare nel raffreddore da fieno, armonizza l’attività dell’ipofisi e della tiroide. Antidoto contro la depressione e il mal di fegato. Per un effetto terapeutico può essere tenuta a contatto con il corpo anche per lunghi periodi. L’acquamarina è la pietra associata alle zone della bocca, del naso ed in generale delle vie respiratorie, comprese nei due chakra (centri energetici) della gola e della fronte. A livello emozionale e spirituale queste zone corrispondono alla sede della forza creativa, dell’espressione di sé (gola), dell’intuizione e della facoltà di pensiero (fronte). Favorisce la crescita interiore. Rende sinceri, perseveranti dinamici ed assicura successo, infonde la fiducia di poter portare a termine ciò che si intraprende.[